IL REATINO GRASSI TRA I PROTAGONISTI DI "IL NATALE DEI 100 ALBERI D'AUTORE"

Fabio Grassi

Giunto alla diciassettesima edizione e nato dalla fantasia dell’hair stylist di fama internazionale Sergio Valente, “Il Natale dei 100 alberi d’autore” si presenta come un evento legato alle migliori tradizioni di fine anno.

Questa volta ad ospitare le opere di importanti firme della moda, della cultura e dello spettacolo sarà la straordinaria architettura rinascimentale di Villa Farnesina a Roma, sede dell’Accademia dei Lincei.

Lo scopo è quello di devolvere i proventi della vendita degli alberi artistici alla Fondazione Umberto Veronesi, in modo specifico per il progetto “Young Investigator Programme” per l’erogazione di borse di studio a giovani medici e ricercatori contro il cancro.
Protagonisti nel nome della solidarietà l’eccellenza del gusto made in Italy e volti noti: Anna Fendi, Carlo Pignatelli, Claudia Gerini, Emilio Pucci, ,Enrico Coveri, Enrico Miglio, Erminia Manfredi, Fausto Sarli, Federica Formilli Fendi, Federica Pellegrini, Gattinoni, Gian Paolo Giannotti, Giancarlo Fisichella, Krizia, Laura Biagiotti Pieralisi, Lorenzo Riva, Elio Fiorucci, Marella Ferrera, Mario Ceroli, Matilde Brandi, Nicoletta Romanoff, Patrizia Pellegrino, Proxima di Giovanni Cavagna e Anna Oxa, Renato Balestra, Roccobarocco, Seduzioni Diamonds by Valeria Marini, Tosca D’Aquino, Valentino e tanti altri.

Una felice conferma è la presenza dell’artista Fabio Grassi, pittore e scenografo della provincia di Rieti. “Anche in questa edizione ho avuto il grande piacere di essere chiamato da Valente a contribuire ad una nobile causa con una mia opera” dichiara Grassi.
“Certo è che sia la qualità dei nomi degli altri artisti che il luogo ricco di storia e tradizione incutono un certo timore. L’occasione è straordinaria visto che non capita spesso di esporre sotto gli affreschi di Raffaello Sanzio e Sebastiano del Piombo.
Ho realizzato un tuttotondo in ceramica bianchissimo, una spirale che si avvita dinamicamente su se stessa. Anche in questo ultimo lavoro dichiaro il mio amore per il futurismo italiano, soprattutto per la scultura di Umberto Boccioni e per il movimento di Giacomo Balla. Ritengo che anche per un artista di oggi sia interessante ricercare spunti nelle avanguardie storiche del secolo scorso, prima di abbandonarsi alle facili trovate che spesso nascondono solo la volontà di fare clamore”.

La serata del 9 dicembre vedrà l’apertura della mostra con l’autorevole presenza del professor Umberto Veronesi e Rita Rusic come madrina, oltre alla partecipazione di volti noti dello spettacolo, della cultura e dello sport.
Le creazioni rimarranno esposte fino al 16 dicembre (9:00-13:00; domenica 12 dicembre, 9:00-20:00).
Per informazioni:
www.ilnataledei100alberidautore.net

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here