D’ANTONIO: I LAVORATORI ARCOBALENO-VEGA SENZA STIPENDIO E CASSA INTEGRAZIONE

Momenti duri per i lavoratori dell’Arcobaleno e della Vega, aziende che operano all’interno dello stabilimento Ritel e che stanno subendo ancora più  pesantemente quella che è l’incertezza e la mancata soluzione di tutta la vertenza della Ritel stessa.

Dopo gli accordi fatti per la cassa integrazione straordinaria e che servivano a dare un sostegno economico ai lavoratori in una fase di particolare difficoltà, ci ritroviamo ad oggi che i lavoratori sono rimasti senza stipendio e senza nessun sostegno al reddito.
Questo situazione si è determinata per i ritardi che ci sono per l’approvazione della cassa integrazione da parte della Regione Lazio.

Purtroppo come sta succedendo in quest’ultimo periodo anche per altre aziende, l’Inps, senza il decreto firmato, non eroga più  la cassa integrazione e lascia i lavoratori in grave difficoltà economica.
La Fiom ritiene non più possibile il protrarsi di tale situazione ed invita la Regione Lazio ad accelerare i tempi per le approvazioni della cassa integrazione.

La Fiom pensa inoltre che vadano trovate soluzione alternative, anche con il coinvolgimento degli enti locali, che possano dare un sostegno economico ai lavoratori in questi lunghi periodi d’attesa, superando così tutti i problemi creati a loro ed a tutte le loro famiglie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here