Controlli anti-Covid da parte dei Reparti Speciali, denunce e sanzioni dei Carabinieri

Nel fine settimana sono proseguiti nell’intera Provincia i controlli da parte del Comando Provinciale di Rieti e dei Reparti Speciali dell’Arma, sul rispetto delle normative e dei protocolli Covid. Controllate Ditte, case di riposo e cittadini comuni. Al termine delle attività ispettive, sono stati conseguiti i seguenti risultati:

  • Il Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Viterbo, che ha competenza territoriale anche sulla Provincia reatina, ha segnalato alla competente autorità comunale, la responsabile di una Casa di Riposo, per aver oltre che condotto la struttura in assenza dei prescritti requisiti strutturali, organizzativi e funzionali quali la mancanza di figure professionali adeguate, carenze igienico sanitarie e per aver accolto ospiti in numero superiore alla capacità autorizzata, anche per aver omesso di attuare qualsivoglia misura di contenimento Covid-19. A seguito di tale segnalazione, l’Autorità locale disponeva l’immediata chiusura della Casa di Riposo ed il conseguente trasferimento degli ospiti presenti, in altra idonea struttura.
  • Sempre nell’ambito di tali controlli, il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Rieti, ha elevato sanzioni amministrative pari ad € 11.400, al titolare esercente di una ditta di taglia boschi, per l’utilizzo di lavoratori in nero e per aver retribuito i dipendenti in modalità non tracciabile.
  • Militari dipendenti dalla Compagnia Carabinieri di Poggio Mirteto, invece hanno deferito in stato di libertà una 40enne, la quale pur risultando essere in quarantena presso il proprio domicilio, in quanto positiva al Covid-19, è stata rintracciata lontano dalla propria residenza in compagnia del fidanzato. Autorità Giudiziaria e Amministrative informate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here