ARRESTATO PER EVASIONE IL RAPINATORE DELLA UNICREDIT DI BORGOROSE

Carabinieri, arrestato tanzanese per violenza sessuale

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo rimettono le manette ad Emanuele Irbetti nato a  Roma nel 1975, pericoloso rapinatore di banche, arrestandolo per evasione.

L’uomo fu arrestato il 1 Aprile del 2009, nell’ambito dell’operazione JACKALS, dove, dopo mesi di pazienti indagini, accertamenti tecnico-scientifici e accurati riscontri, riuscirono a sgominare le tre bande di rapinatori che avevano messo a segno una serie di rapine in provincia di Rieti.

Irbetti, dopo l’arresto, riuscì ad ottenere i domiciliari presso la comunità terapeutica “Valle della Speranza” di Latina dalla quale è evaso più volte, tanto che il GIP del Tribunale di Rieti, dott. Saulino, ha emesso un ordinanza di custodia cautelare in carcere, delegando i Carabinieri del Reparto Operativo per l’esecuzione. 

Le indagini che portarono i carabinieri all’arresto di Irbetti, risalgono al 17 settembre 2008, allorquando due sconosciuti a volto scoperto, armati di pistola, irruppero all’interno dell’agenzia Unicredit di Borgorose (frazione Corsaro), asportando la somma di 5mila euro.

Per fronteggiare il fenomeno, all’interno del Reparto operativo dei carabinieri, fu costituita una apposita squadra anti-rapina che alla fine chiuse il cerchio sui rapinatori.
Per i colpi alla Banca di Roma di Corsaro a finire in cella furono due pluripregiudicati romani: Marco Brinchi di 31 anni e il 34enne Emanuele Irbetti, quest’ultimo ritenuto responsabile anche di un’altra rapina alla Banca Popolare di Terni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here