28enne romeno aggredisce la compagna. Arrestato dai Carabinieri

Nella notte tra il 14 e 15 gennaio, a Fara in Sabina, in uno stabile della frazione di Corese terra, i Carabinieri di Poggio Mirteto sono intervenuti a seguito di richiesta di soccorso pervenuta al 112, effettuata da una giovane cittadina bulgara, aggredita poco prima dal compagno.

L’uomo, un 28enne romeno, dopo una serata trascorsa fuori casa, presumibilmente avendo ecceduto nel bere, per futili motivi, al rientro in casa si è scagliato contro la compagna, spintonandola, colpendola e minacciandola con un coltello da cucina, distruggendo nella colluttazione alcuni suppellettili.

La ragazza molto spaventata ha chiamato i Carabinieri, anche perchè aveva assistito alla vicenda la di lei figlia minorenne. L’operatore del 112 di capendo subito l’estrema pericolosità della situazione, senza mai chiudere la telefonata fino all’arrivo sul posto dei colleghi, calmava la giovane bulgara che si era chiusa con la bambina in una stanza.

Il romeno, con piccoli precedenti per reati contro il patrimonio. è stato accompagnato presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Poggio Mirteto, mentre la donna è stata portata all’ospedale de Lellis per le cure delle lesioni non gravi subite.

Nel sopralluogo dell’appartamento sono stati recuperati e sequestrati tre coltelli da cucina, che saranno depositati all’ufficio corpi di reato del tribunale di Rieti.

Conclusi gli accertamenti l’uomo è stato tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e lesioni. Espletate le formalità di rito, su disposizione della competente Autorità giudiziaria, è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la residenza di alcuni parenti, in attesa del processo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here